Montecerconi deriva il suo nome dalla presenza, un tempo, di un convento di frati da cerca. Di tale convento non vi è oggi più traccia.
Nel 1175 Montecerconi era comune di proprietà dei conti Spadalonga e successivamente fu soppresso per essere incorporato nel comune di Asciano.
La frazione Torre a Castello prende il nome dal castello della Repubblica senese che fu abbattuto nel 1527. Di questo manufatto si conservano oggi ancora le antiche mura. Sovrastante il borgo vi è una villa che è stata di propietà dei Piccolomini, famiglia a cui è appartenuto papa Pio II